Google meet ora gratuito!

di | 6 Maggio 2020
Google meet
Meet per videoconferenza

Durante la pandemia di COVID-19, la maggior parte delle aziende in tutto il mondo stanno esortando i propri dipendenti a lavorare da casa. Questa nuova tendenza ha provocato una forte domanda negli strumenti di videoconferenza in quanto questo è un modo efficiente per rimanere in contatto con il personale mentre lavorano in remoto. Per aggiornare la tendenza, Google ha ideato Google Meet, che è un’app per videoconferenze e una versione aziendale di Hangouts.

Meet per aziende

Google Meet è ideale per aziende di qualsiasi dimensione ed è integrato con le versioni G Suite di Gmail e Google Calendar. Il servizio Google Meet mostra l’elenco completo dei partecipanti e consente agli utenti di riunioni pianificate in anticipo.

Recentemente, Google ha annunciato che Google Meet sarà gratuito per gli utenti fino al 30 settembre 2020. In precedenza, era disponibile solo per i clienti a pagamento di G Suite. Anche se chiunque poteva partecipare a una riunione, era obbligatorio avere un abbonamento a G Suite per ospitare una riunione. Poiché il servizio è reso gratuito per un periodo di tempo limitato, chiunque può ospitare riunioni con un massimo di 100 partecipanti per un massimo di 60 minuti.

Questo annuncio arriva in un momento in cui lo zoom, che è diventato un nome familiare durante il blocco COVID-19 in tutto il mondo. Detto questo, qui elenchiamo le principali funzionalità di Google Meet che lo rendono un’alternativa efficiente di zoom.

Layout affiancato per supportare fino a 16 utenti

Il layout affiancato di Google Meet supporta fino a 16 partecipanti contemporaneamente. In precedenza, il layout affiancato supportava solo un massimo di quattro partecipanti alla volta. Inoltre, Google ha rivelato che aggiungerà ulteriori opzioni di layout video e supporterà riunioni più grandi con più partecipanti presto. Al momento, questo layout ampliato 4 x 4 piastrellato è applicabile solo sul client web e si prevede di portare il supporto ad altri dispositivi e client presto.

Possibilità di condividere video di alta qualità con audio

La prossima caratteristica notevole è che Google ha aggiunto la possibilità per gli utenti di condividere video di alta qualità con audio, ma in un modo diverso. Invece di consentire agli utenti di condividere un’app o l’intero desktop, Google Meet supporta la condivisione di un singolo tag Chrome. Questa funzionalità è stata scelta per offrire un’esperienza utente migliore per gli spettatori remoti. Il servizio sta già implementando il supporto per la funzione “presenta una scheda Chrome”.

Supporto in condizioni di scarsa illuminazione

Google Meet ha aggiunto una modalità poco luce alla sua versione mobile. Questa modalità illumina il video degli utenti se l’illuminazione ambientale non è sufficiente. Google sostiene che verrà implementata la modalità in condizioni di scarsa illuminazione per la versione web dell’app di videoconferenza.

Cancellazione del rumore di fondo

C’è una cancellazione intelligente del rumore di fondo che consente agli utenti di Google Meet di eliminare il rumore di fondo indesiderato durante la loro conversazione. In questo modo, è possibile limitare le interruzioni, ad esempio le sequenze di tasti o il suono che abbaia al cane. Inizialmente, verrà implementato alla versione web e successivamente sarà esteso alla versione mobile.

Privacy e sicurezza potenziati

Google Meet utilizza una serie di protezioni anti-abuso che mantengono al sicuro le tue riunioni. Ci sono misure anti-dirottamento sia per dial-in e riunioni web. Questi rendono difficile per gli individui indovinare l’ID di una riunione e fare un tentativo non autorizzato di partecipare ad esso. Questa operazione viene eseguita utilizzando codici di 10 caratteri. Esiste inoltre un limite per cui i partecipanti esterni non possono partecipare a una riunione con più di 15 minuti di anticipo.

Processo di verifica in due passaggi

Per assicurarti che solo gli utenti autorizzati a amministrare e accedere a Google Meet, lo strumento di videoconferenza supporta più opzioni di verifica in due passaggi per gli account più convenienti e sicuri. Sono incluse le chiavi di sicurezza hardware e basate su telefono e le richieste di google. Gli utenti di Google Meet possono anche registrare il proprio account nel programma di protezione avanzata (APP) che fornisce protezioni più forti contro il phishing e il dirottamento degli account. Questo ha lo scopo di proteggere gli account più a rischio.

Crittografia abilitata per impostazione predefinita

I dati di Google Meet vengono crittografati per impostazione predefinita, proteggendo così le riunioni video tra il client e Google su app web e Android e iOS. Google Meet genera una chiave di crittografia univoca che dura fino a quando la riunione dura. Questa chiave di crittografia non viene mai archiviata su disco e viene trasmessa tramite una RPC protetta e crittografata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *