Intel I9 10900K la cpu più veloce di sempre

di | 25 Maggio 2020
La più veloce cpu per il gaming
Intel I9

Il passo di marketing di Intel per l’i9-10900K è abbastanza semplice. Se si desidera che la CPU di gioco più veloce sul mercato, questo è quello di acquistare. E a tutti gli effetti, il passo è esattamente sul punto. Ma per il budget più consapevole tra noi, i9-10900K di Intel è una vendita molto più difficile.

Il 10900K si trova in cima allo stack di Intel nelle loro CPU desktop di decima generazione. E ’10 core, 20 thread bestia che può colpire fino a 5.3GHz (non su tutti i core), a condizione che non ti dispiace pagare 999 dollari per la CPU più un paio di centinaia di extra per il raffreddamento liquido.

Avrete bisogno di una nuova scheda madre troppo, perché la serie di 10 di serie di Intel gira sulla presa LGA 1200, piuttosto che la serie 1151 alimentando i9-9900K dello scorso anno e i7-9700K. Queste tavole possono essere eccezionalmente costoso, troppo. Il Gigabyte 490 AORUS MASTER, che è stato fornito ai revisori in Australia dal team locale di Intel, sta mettendo in vendita in alcuni luoghi per un impressionante 799 dollari. Tavole ancora più convenienti come la serie ASUS ROG STRIX n. 490 saranno al dettaglio per tra i 439 e i 600 dollari, a seconda di ciò che si ottiene.

In confronto, le schede madri X570 – la parte superiore della linea per coloro che acquistano le CPU Ryzen 3000, o le voci Ryzen 3000 XT aggiornamento entro la fine dell’anno – sono disponibili a partire da 299 dollari, con un sacco di tavole decenti disponibili tra il segno di 300 e 400 dollari.

Con il Ryzen 3900X tagliato fino a 729 dollari, e che viene fornito con un servizio (se estremamente forte) refrigeratore d’aria, che è una differenza sostanziale di valore. Torneremo a questo più tardi.

Per ora, passiamo alle specifiche e ai benchmark.

Intel i9-10900K Ryzen 3700X Ryzen 3900X
Core/Thread 10/20 8/16 12/24
Orologio Base/Boost 3,7 GHz/5,3 GHz 3,6 GHz/4.4Ghz 3,8 GHz/4,6 GHz
Versione PCI-e PCIe 3.0 x 16 PCIe 4.0 x 16
PCIe 4.0x 16
TDP predefinito
125W 65w 105W
Nodo processo 14nm 7nm FINFET
7nm FINFET
Prezzo 999 USD 525 USD 729 USD

Mentre AMD è stato sulla tecnologia 7nm per un po ‘, il 10900k è un altro aggiornamento della generazione Skylake 14nm di Intel. Non sarà l’ultimo chip 14nm, a quanto pare, con Rocket Lake-S per aggiungere il supporto PCIe 4.0. Che dovrebbe essere rivelato entro la fine dell’anno, ma dopo che Intel è previsto per passare a una nuova piattaforma di nuovo, con Alder Lake-S passare alla presa LGA 1700.

Se stai guardando questo puramente dal punto di vista del gioco, il principale elemento di differenziazione è la mancanza di supporto PCIe 4.0 di 10900k. In termini reali, non otterrai il massimo dalle nuove unità NVMe che hanno colpito il mercato nell’ultimo anno. Per il gioco non c’è ancora molta differenza, anche se resta da vedere se le nuove GPU di AMD e Nvidia quest’anno faranno pieno uso di PCIe 4.0.

Vale la pena notare che le CPU AMD beneficiano anche molto di più da RAM più veloce troppo, ma per mantenere le cose pari, sto usando lo stesso set di RAM su entrambe le piattaforme.

Banco di prova Intel i9-10900K

CPU: Intel i9-10900K (velocità di magazzino, nessun MCE)
Raffreddatore: Raffreddamento CPU liquido ad alte prestazioni della serie Hydro H100x
RAM: 32GB DDR4 3200MHz CORSAIR Vengeance LPX (15-15-15-36)
GPU: RTX 2080 Ti Founders Edition (velocità delle scorte)
Scheda madre: Gigabyte 490 AORUS MASTEr
PSU: EVGA Supernova G2 850W
Driver GPU: Nvidia 445.87 (15 maggio 2020)

I test vengono eseguiti contro il Ryzen 3700X e 3900X, essendo le opzioni più comparabili al prezzo. Non ho avuto il 8 core/16 thread Intel i7-10700K, che costa 749 dollari ed è più simile al 3900X in termini di prezzo grezzo. Intel ha inviato oltre un i5-10600K pure, ma questo è per una storia separata.

CPU: Ryzen 3700X e Ryzen 3900X (velocità di magazzino, dispositivo di raffreddamento stock AMD)
RAM: 32GB DDR4 3200MHz CORSAIR Vengeance LPX (15-15-15-36)
GPU: RTX 2080 Ti Founders Edition (velocità delle scorte)
Scheda madre: ASUS ROG CROSSHAIR VIII HERO (WI-FI)
PSU: Corsair CX750M 750W 80 Plus Bronzo
Driver GPU: Nvidia 445.87 (15 maggio 2020)

Intel i9-10900K: Relativo al miglioramento multi-core

Non ho menzionato nessun MCE alla velocità delle azioni, ma cosa significa? MCE è l’abbreviazione di miglioramento multi-core, che è fondamentalmente un’opzione che è possibile attivare o disattivare la scheda madre che esegue tutti i core alla più alta frequenza – se la soluzione di controllo /raffreddamento è in grado di farlo. Così, invece di solo un paio di core del 10900K in esecuzione a 5.3GHz, e la maggior parte dei core in esecuzione a 4.9GHz ad alto carico, è possibile eseguirli tutti a 5.3GHz.

Ma c’è un problema evidente: la CPU funziona super caldo. Potrai spingere una tonnellata di tensione alla CPU solo per colpire quelle temperature. Avrete bisogno di un po ‘di fortuna troppo. A causa della quantità di potenza in più che si sta spingendo alla CPU, quello che troverete è la CPU che colpisce sconcertante temperature elevate, che costringerà gli orologi CPU verso il basso come si limita. Ecco un esempio di ciò che è accaduto in esecuzione Cinebench R20 mentre MCE è stato abilitato, e quando è disabilitato:

intel 10900k benchmarksintel 10900k benchmarks
Ovviamente, una CPU non dovrebbe colpire 100 gradi.

Ora l’altro lato della medaglia è: se stai scandendo il miglior PC da gioco possibile, probabilmente non ti importerà di quanta potenza e temperatura funziona a lungo, purché funzioni bene. Se questo significa qualche centinaio in più su un più grande setup di raffreddamento a ciclo chiuso e una custodia premium per un migliore flusso d’aria, allora va tutto bene. Ma se il vostro budget è più stretto, allora questo è qualcosa da tenere a mente.

Inutile dire che tutti i test e i risultati sono stati eseguiti con MCE disabilitato.

Intel i9-10900K: Benchmark di produttività/sintetici
intel 10900k benchmarks
Il marketing di Intel negli anni precedenti è stato incentrato sul multi-threading: fare molte cose allo stesso tempo. È un buon riflesso di come le persone usano i loro PC oggi. Ma con AMD avendo ripreso quella corona un po ‘, per gentile concessione di avere più core dal lancio della piattaforma Ryzen, Intel ha cambiato virata per rifocalizzare il giocatore.

Quindi, con questo in mente, non ci saranno un sacco di benchmark sintetici qui. Un’esclusione dall’elenco per cui non ho avuto tempo era Premiere Pro: durante il test, Adobe ha implementato la codifica accelerata dell’hardware per il ramo principale di Premiere Pro. La differenza significativa che fa nell’editing video è così forte che l’esecuzione di confronti con solo la CPU non ha un sacco di senso. Si otterrebbe qualche dettaglio utile su come le CPU eseguire contro l’altro, ma non sarebbe più riflettente di come chiunque utilizzerà il software.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *