Come controllare l’uso del vostro Smartphone

di | 30 Ottobre 2020
smartphone hacking
il tuo smartphone è sicuro?

Al giorno d’oggi l’uso degli smartphone è talmente diffuso che è difficile pensare a qualcuno nel nostro ambiente che non ne abbia uno. Anche quando pensiamo ai bambini, essi ricevono sempre più spesso un dispositivo di comunicazione intelligente in età più precoce.

Anche se esistono siti web che ci aiutano a fare buon uso dei telefoni cellulari, la nostra dipendenza da essi sta crescendo. Questo è indiscutibile e quindi abbiamo deciso di riflettere un po’ sull’uso che facciamo dei nostri cellulari.

Il problema a vista

Con lo sviluppo di nuove tecnologie e applicazioni mobili, siamo sempre più abituati a meccaniche operative che creano dipendenza. Sempre più spesso, gli esperti sono in grado di vedere negli sviluppi del software per i dispositivi mobili, le tendenze per cercare di trattenere l’utente più a lungo davanti agli schermi.

Non dobbiamo dimenticare che l’obiettivo finale delle Apps è quello di fare soldi e questo non si raggiunge senza utenti o con utenti inattivi. Come regola generale, più a lungo l’utente viene mantenuto davanti all’applicazione, maggiore è la capacità dell’applicazione di monetizzare il suo utilizzo. E questo si ottiene con stimoli.

Ecco perché le aziende implementano miglioramenti per generare piccoli scarichi di dopamina negli utenti. Pensateci, quante volte consultate la vostra ultima pubblicazione una volta che l’avete realizzata?? forse non lo fate alla ricerca di “mi piace” e commenti? Non sono questi piccoli scarichi di felicità che vi fanno restare “agganciati” al sistema?

Vi darò alcuni dati (potete controllare la fonte qui):

  • L’83% degli adulti usa quotidianamente il cellulare
  • Il numero medio di notifiche ricevute da un utente standard è di 1500 al mese. 
  • Questo numero raddoppia in media per i giovani utenti, raggiungendo le 3200 notifiche al mese.

Se aggiungiamo tutto questo al fatto che i giovani e gli adolescenti fanno un uso indiscriminato di questa tecnologia, abbiamo un quadro pericoloso. 

La soluzione

I telefoni cellulari ci forniscono un gran numero di utilità e funzionalità senza le quali, al giorno d’oggi, sarebbe difficile comunicare, tra altre cose. La tecnologia, da sola, non è pericolosa. La cosa pericolosa può essere l’uso che ne facciamo. 

Da questo punto di vista possiamo focalizzare adeguatamente la soluzione per questo tipo di comportamento. Ci riferiamo sempre ad essa da un punto di vista generale, quello di un utente medio. L’unica cosa necessaria è prendere coscienza della situazione. Sviluppare una relazione positiva con il nostro dispositivo, rilassare le nostre aspettative di fronte ai social network e cercare di ridurre al minimo il contatto con i nostri dispositivi.

Ecco alcuni consigli per aiutarvi a raggiungere questo obiettivo:

Fai un programma

Anche se è difficile mantenere sempre un orario durante il quale non è possibile consultare il proprio cellulare, almeno è possibile mantenere delle routine in cui si tengono lontani i dispositivi. Per esempio, non consultarlo durante il lavoro, non farlo una volta arrivati a casa, ecc. Questo ridurrà drasticamente le ore di esposizione.

Rimuovete dal vostro cellulare tutte le applicazioni che hanno una versione desktop

Consultare dal desktop le applicazioni che lo consentono, e non dal cellulare, permette di farne un uso più responsabile.

Disattivare le notifiche

Eliminando le notifiche sia acustiche che vibrazionali, eliminiamo immediatamente lo stimolo continuo e questo ha un effetto immediato.

Impostare lo schermo in bianco e nero

Che ci crediate o no, avere uno schermo a colori con una buona risoluzione permette alle app di apparire al meglio. E sappiamo già cosa vogliono da noi, quindi… colpiscili dove fa male. Ha più effetto di quanto si possa pensare.

E infine, un piccolo pensiero. L’uso responsabile degli smartphone non è una questione complicata, è vero che la maggior parte di noi si è lasciata trasportare dalla marea in un luogo dove ad alcuni di noi non piace più stare. Tutto quello che dovete fare è essere un po’ consapevoli di questo e agire, considerarlo e decidere quale dovrebbe essere la vostra posizione. Se avete bisogno di ridurre il tempo di esposizione, i nostri consigli vi aiuteranno e non sarà difficile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *